News

Come difendere la vostra casa quando si va in vacanza

Accorgimenti e consigli per difendere la vostra casa durante le vacanze estive. Dalla sicurezza alla sorveglianza, i sistemi per non avere brutte sorprese sono molteplici e facili da realizzare.

Difendere la vostra casa quando si va in vacanza è una delle prime preoccupazioni, soprattutto ad Agosto. Le città sono semideserte e i ladri ne approfittano per svaligiare gli appartamenti in maniera quasi indisturbata. Per partire in piena serenità ci sono molteplici accorgimenti utili, che in alcuni casi non richiedono nè lunghe tempistiche nè grandi investimenti. 

Sistemi antintrusione

Bisogna innanzitutto munirsi di sistemi antintrusione.
Molti di voi avranno sicuramente già provveduto con impianti fissi, soprattutto se siete in zone non densamente popolate o se avete una casa indipendente. Basterà quindi solo accertarsi del buon funzionamento dell’allarme prima di partire.

Se invece non avete ancora provveduto ad una protezione automatizzata della casa, si possono valutare diverse soluzioni. Ci sono ad esempio quelle applicabili solo in periodi specifici, che poi potete eliminare se vi sentite sicuri nei periodi dell’anno in cui siete in città. 

Il sistema più semplice è l’attivazione dell’allarme sonoro: basta collocare delle piccole scatolette nei punti di ingresso, come porte e finestre, e all’apertura dell’infisso ci sarà un suono molto forte. Allontana sicuramente i ladri meno esperti ed è utile se si vive in zone densamente abitate, nelle quali un suono alto può attirare l’attenzione di qualche vicino che può allertare gli organi di controllo.
Vi sono poi gli antifurti più all’avanguardia, che funzionano con telecamere a circuito chiuso collegate alla più vicina stazione dei carabinieri. Questi allarmi possono essere controllati anche da remoto e quindi potreste vedere direttamente dal vostro smartphone se ci sono problemi nell’abitazione. In questo caso bisognerà affrontare una maggiore spesa, ma sarà un sistema che vi difenderà a lungo durante tutto l’anno.

Manutenzione

Per difendere la propria abitazione dalle intrusioni non desiderate, non basta installare un allarme. Bisogna sempre curare la manutenzione della casa e assicurarsi che sia perfettamente protetta ed isolata. Prima di partire quindi è bene controllare gli infissi, che potrebbero essere divenuti instabili dopo le sollecitazioni invernali. Stesso discorso vale per i serramenti: una piccola debolezza può essere il giusto punto d’accesso per i ladri. La soluzione più concreta è quella dell’installazione di infissi di ultima generazione progettati per l’antintrusione o la sostituzione delle porte con una porta blindata. Attenzione infine anche agli accessi secondari e alle porte che accedono ad uno spazio esterno. Se avete ad esempio una porta finestra che da su un balcone al primo piano o sul giardino, è bene munirla di vetro antisfondamento. 

Accorgimenti

Sicurezza e manutenzione sono sicuramente aspetti importanti, ma per allontanare i ladri ci sono anche dei piccoli escamotage che quantomeno destano il dubbio della presenza e ci preservano da spiacevoli inconvenienti.
Se avete in casa un sistema collegato agli impianti, elettrico o telefonico, state attenti a verificare l’accessibilità ai fili o ai contatori. I malintenzionati potrebbero sapere della presenza dell’allarme e disattivarlo staccando il collegamento.
Per simulare di essere in casa o comunque per complicare la vita del malvivente, studiate un’illuminazione adeguata. Gli esterni vanno illuminati in maniera totale e provate anche a lasciare accesa una luce di servizio all’ingresso. Ci sono anche delle luci che si attivano con il timer, quindi si accendono nelle ore serali e poi si spengono, come se ci fosse sempre qualcuno in casa.

Per l’esterno, una soluzione pratica è quella di installare un sistema di illuminazione automatico, che si accende nel momento in cui si rileva una presenza.

Se invece si abita in condominio è bene cercare di mantenere il più possibile inalterate le abitudini. Ad esempio chiedete al vicino o al portiere di ritirare la posta e alla ditta di pulizia di non lasciare lo zerbino alzato quando hanno finito il loro lavoro, ma di riporlo regolarmente davanti all’ingresso. Potete chiedere a parenti ed amici di passare a casa o di verificare che sia tutto a posto; questo potrebbe essere anche un buon motivo per allontanare chi magari ha puntato il vostro appartamento.
Ultimo accorgimento, ma non ultimo nell’ordine delle cose da fare, è quello di mettere al sicuro gioielli ed oggetti di valore. Si possono tranquillamente lasciare in banca o affidare a persone che hanno una cassaforte. In questo modo, nel caso di una brutta sorpresa, potrete essere almeno sicuri di non avere perso cose preziose.

Ladri 2.0

Può sembrare una definizione non pertinente, ma questo termine è stato coniato con l’avvento dei social. I cosiddetti ladri 2.0 sono quelli che si informano online della presenza o meno delle persone in casa.
Bisogna dunque tenere sotto controllo la propria privacy quando si pubblicano contenuti sui propri profili personali ed evitare di condividere queste informazioni pubbliche ad esempio sui gruppi.
Riservatevi l’opzione di poterlo fare in un secondo momento. 
Se le immagini che postate sui social sono pubbliche chiunque può accedervi e quindi sapere che in quel momento non siete in casa.
Attenzione anche alla registrazione costante nei luoghi che frequentate, perché per un ladro che conosce bene il web è molto facile trovare il vostro indirizzo e colpire in tutta sicurezza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto